Archivio | Europa RSS feed for this section

Cosa vuol dire parlare chiaro

25 Nov

Il Papa ha parlato chiaro davanti al Parlamento Europeo. Bisognerà rileggere con calma, e i mezzi di disinformazione nasconderanno i passi imbarazzanti, per cui sarà necessario evidenziarli. Intanto un particolare colto a caldo: nel sottolineare la necessità della famiglia come fondamento nella società, il Papa ne ha dato le caratteristiche, fra le quali FERTILE. Questo mette limiti alla definizione di famiglia, o no?

Autonomie

18 Set

Oggi, 18 settembre, l’attenzione di molti è rivolta alla Scozia, che deciderà se separarsi da quell’Inghilterra a cui è unita, forzatamente, da 300 anni. I commenti sono ampiamente prounione, con l’assunto che “comunque l’unità è un valore”, e “le dimensioni in un mondo globalizzato contano”, e altri motivi più superficiali. Io non so giudicare, considero solo il caso della mia terra, la Romagna. Non sto a ribadire le differenze fra Emilia e Romagna, e anche fra emiliani e romagnoli, sto più in basso. Ieri una notiziola sul giornale locale che leggo riportava che nel 2015 Macfrut, fiera delle attrezzature per la coltivazione della frutta, si farà a Bologna, invece che a Cesena, sede che oserei definire naturale. Vedi (anche se io leggo la Voce di Romagna):

http://www.ilrestodelcarlino.it/cesena/macfrut-2015-a-bologna-1.214980

Cosa c’entra con la Scozia? Ecco, negli anni abbiamo assistito a uno svuotamento delle risorse romagnole in favore di Bologna. classico il caso degli aeroporti: gli aeroporti romagnoli sono stati chiusi,trasferendo le attività a Bologna; certo, con l’aiuto delle incapacità politiche romagnole, comunque sempre targate PCI, e denominazioni seguenti. Ma intanto l’unico aeroporto a malapena attivo in Romagna è quello di Rimini, grazie a collegamenti tradizionalmente attivi con l’Europa dell’Est. Analogo il caso delle Fiere: Macfrut è una manifestazione importante per il settore frutticolo, a sua volta importante per la zona di Cesena. Perdere un evento come quello è un brutto colpo per la Fiera di Cesena; così può andare avanti il progetto, da tempo attivo, di unificare tutte gli enti Fiera della Romagna all’interno dell’Ente Fiera di Bologna. Anche la Fiera di Rimini, unica infrastruttura di alto livello in città, è da tempo sotto attacco, e chissà quanto resisterà; dopo di che un altro pezzo di attività locale sarà centralizzato nel capoluogo.

Ecco, volevo dire questo: l’unità è bella quando chi la guida lascia vivere tutti; quando chi comanda accentra a sè e i suoi amici ogni cosa, viene la voglia di fare da sè. Ecco perchè starei attento a tifare per l’unione, sempre e comunque-

Europa e Italia, dove andate?

14 Set

Qualche notizia in questi giorni mi convince sempre di più che l’Europa, e la società occidentale in generale, vanno verso la dissoluzione.

Il Comune di Milano impone il libero accesso di cani, e altri animali, nei luoghi aperti al pubblico, fra cui le Chiese. Sul provvedimento in sé poco da dire: se gestito con buon senso non farà né male né bene, preoccupa la concezione che lo sottende: l’uguaglianza fra “animali umani” e “animali non umani”, e fa pensare la porta aperta all’imposizione di autodefiniti diritti: arriverà una Psicopolizia che verificherà l’applicazione delle aperture più di moda?

Vedi:

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-milano-liberi-cani-in-libere-chiese-10313.htm

E sono state assolte le cosiddette attiviste Femen (in realtà attrici stipendiate vedi http://www.lanuovabq.it/it/articoli-femen-la-realta-messa-a-nudo-7205.htm) per aver fatto irruzione nella Cattedrale parigina di Notre Dame e avevano colpito con bastoni un’antica campana; quindi, hanno violato il diritto di centinaia di persone a manifestare la propria fede, e hanno danneggiato un oggetto artistico. Evidentemente si può fare, purché i bersagli siano cristiani. E le vittime non possono neanche difendersi, visto che i guardiani che hanno allontanato le disturbatrici sono stati condannati per le lesioni causati alle attrici nell’allontanarle. In questi tempi sono i cristiani le vittime, domani a chi toccherà?

Vedi:

http://www.ilfoglio.it/articoli/v/120843/rubriche/oltraggiare-notre-dame-non-reato-femen-assolte.htm

e se non vi fidate della fonte:

http://www.euronews.com/2014/09/10/femen-activists-cleared-after-notre-dame-protest-in-paris/

E il parlamento europeo ha scelto “la drag queen con la barba” per cantare davanti ai parlamentari. Va be’, canta bene? Canta meglio di qualsiasi altro artista in Europa? Il suo successo non dipenderà dalla trasgressione suggerita da barba+tratti femminili? Ma comunque il deputato pd italiano che ha sostenuto l’iniziativa ne trae spunto per spingere il riconoscimento delle unioni omosessuali in Italia. Allora il dubbio che la scelta sia motivata da scopi politici e propagandistici viene spontaneo. E i Popolari sono d’accordo? Per chi voteremo in futuro? Qualcuno uscirà dall’aula?

Vedi:

http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2014/09/11/conchita-wurst-cantera-a-parlamento-ue_b179ed56-e960-4025-8ce8-21af1d97de4e.html

e

http://www.corriere.it/esteri/14_settembre_11/conchita-palco-parlamento-ue-lei-voce-dell-europa-fc0a790a-39c9-11e4-99d9-a50cd0173d5f.shtml

In che mani siamo

11 Ago

Per la serie:”Non ho la minima idea di cosa sto facendo…”.

Citazione da un’intervista al ministro (ministro? Mah…) Mogherini sulla situazione umanitaria in Mesopotamia:

L’italia, ha ricordato, “ha stanziato più di un milione di euro, ma c’è probabilmente bisogno di creare corridoi umanitari per fare in modo che gli aiuti arrivino. Stiamo valutando da questo punto di vista, insieme a tutti gli altri europei o almeno con i nostri principali partner, quali siano le forme più efficaci e tecnicamente possibili di sostegno all’azione, anche militare, del governo curdo. Non si tratterebbe ovviamente di intervento militare, ma di forme di collaborazione e di sostegno a un’azione che il governo curdo sta facendo”.

Collaborazione che potrebbe palesarsi in aerei italiani che vanno a portare aiuti o che riportano Yazidi o cristiani minacciati o in pericolo. “Potrebbe essere questo, potrebbero essere altre cose”,

La fonte è l’Huffington Post,

http://www.huffingtonpost.it/2014/08/11/mogherini-guerra-iraq_n_5667193.html?utm_hp_ref=italy&ir=Italy.

 

Ipocriti e moralisti

1 Lug

image

Nasce dal governo francese, lo stesso che imprigiona chi porta una maglietta a favore della famiglia.

Voci imparziali

6 Ago

Mi ha colpito l’intervista del premier Monti al giornale tedesco Spiegel. I mezzi di disinformazione italiani, almeno quelli che ho guardato, hanno sottolineato le preoccupazioni del premier per i sentimenti antitedeschi che emergono in Italia; quelli tedeschi, a quanto riferito oggi, attaccano le dichiarazioni sulla necessità dell’autonomia dei governi rispetto ai parlamenti, almeno in materie internazionali. Bé, i tedeschi fanno benissimo a scandalizzarsi per quanto detto da Monti: finché i paesi europei avranno un regime parlamentare gli eletti sono sovrani, all’interno delle prerogative indicate dalle rispettive costituzioni: nessuno degli occhiutissimi maestri del pensiero nazionale se ne è accorto? Evidentemente sono troppo impegnati a seguire le vendite all’asta dei voti UDC. Ma mi pare che ci sia qualcos’altro da obbiettare: è giusto preoccuparsi perché in Italia (e, sono certo, in Grecia e Spagna, per non allargarsi troppo) crescono sentimenti antitedeschi, ma da un capo di governo italiano mi sarei aspettato almeno altrettanta preoccupazione per gli atteggiamenti antiitaliani diffusi, evidentemente, nel mondo politico tedesco. Un po’ come nelle telecronache sportive, i telecronisti RAI che non fanno il tifo, fanno gli equilibrati, e fanno venire un nervoso irresistibile, che porta a azzerare il volume, se non si può cambiare canale. Ecco, è sempre più probabile che alla prima occasione gli elettori cambino canale, finendo, temo, su quelli a luci rosse.