Archivio | Giustizia RSS feed for this section

I fatti nella triste vicenda dei marò italiani prigionieri in India

19 Set

Ho letto dei giudizi sui soldati italiani illegalmente detenuti in India che partono dal pregiudizio:”Militari occidentali=assassini, indiani=buoni”. Ma i fatti sono diversi, e l’articolo seguente li riassume molto utilmente. Resta la convinzione che il maggior colpevole sia chi ha ordinato alla nave di entrare in un porto indiano, consegnando i due marinai italiani a una detenzione lunga e assurda.

Per capire la giustizia negata ai nostri Marò bisogna ripercorrere i fatti.

Annunci

UNA CITTÀ, DAVIDE E IL CARABINIERE – Avvenire

7 Set

Mi è piaciuto molto l’articolo di don Patriciello pubblicato da Avvenire il 7 settembre.

UNA CITTÀ, DAVIDE E IL CARABINIERE – Avvenire.

Pacatamente, ragionevolmente, affronta la realtà di grandi parti d’Italia abbandonate, direi affidate, alla criminalità, dove vige una legge diversa dal resto del paese, e nasce una mentalità a parte, che non può risultare altro che in tragedie come quella di pochi giorni fa. In piccolo, succede anche in città più piccole, dove intere vie sono lasciate a nazionalità diverse, che si creano un proprio ordine, senza contatti con il resto del paese. E la chiamano integrazione.

Ipocriti e moralisti

1 Lug

image

Nasce dal governo francese, lo stesso che imprigiona chi porta una maglietta a favore della famiglia.

Ricordiamo i marinai prigionieri

15 Giu

Sembra proprio che nessuno ricordi i due fucilieri di marina illegalmente esiliati in India. Ora l’India, resasi conto di aver a che fare con incompetenti paurosi, chiede di interrogare altri marinai italiani.  Per un’analisi a mio parere corretta del caso vedi l’articolo seguente:

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-caso-mar-italia-in-balia-degli-indiani-6674.htm

 

dove mi pare adeguatamente sottolineato il carattere illegale e arbitrario della gestione indiana e italiana del caso.

Giustizia

12 Lug

Renato Farina, giornalista e deputato del centrodestra, é stato condannato a 2 anni e 8 mesi di reclusione perché andando a visitare un detenuto ha fatto passare abusivamente un accompagnatore per suo collaboratore. DUE ANNI E OTTO MESI? Oggi in Italia si può rubare o emettere assegni a vuoto, o non pagare ristoranti e alberghi, senza essere concretamente puniti, e oltre due anni a un deputato per essersi fatto accompagnare in una visita in carcere da una persona non dovuta?
E poi é stata richiesta la condanna di Formigoni per aver diffamato i radicali, che lo avevano accusato di aver truccato le firme di presentazione della sua lista alle elezioni del 2010. Formigoni aveva a sua volta affermato che erano stati gli accusatori a manomettere le firme. Cioè, é la stessa accusa vista dalle due parti; perché l’offesa é da una sola parte?
Giustizia?