Archivio | Italia RSS feed for this section

Moncalieri, nessuna omofobia | Cronaca | www.avvenire.it

25 Nov

Ma adesso chi compenserà la professoressa e i suoi familiari dalle persecuzioni ad opera dei nemici della libertà di pensiero?

Moncalieri, nessuna omofobia | Cronaca | www.avvenire.it.

Il disastro della burocrazia “legale e trasparente”

14 Ott

Sono molto d’accordo con il contenuto del seguente articolo:
http://www.lanuovabq.it/it/articoli-il-disastro-della-burocrazia-legale-e-trasparente-10616.htm

Qualche mese fa avevo notato un altro esempio

http://www.lanazione.it/arezzo/cronaca/2014/03/09/1036458-sindaco_denunciato_furto_danni_ambientali_blitz_della_forestale_badia_tedalda.shtml

il sindaco di un piccolo comune nell’alta valle del Marecchia, il fiume che attraversa Rimini, è stato denunciato per aver fatto rimuovere senza autorizzazione detriti che ostacolavano il flusso di un affluente del Marecchia, e avrebbero potuto causare uno straripamento in caso di piena. L’autorizzazione sarebbe arrivata dopo mesi, la piena era possibile in qualsiasi momento. Cosa avreste fatto? Io, sinceramente, non so se mi sarei sentito di affrontare le pene di un percorso giudiziario, che è troppo facilmente usato per scatenare la gogna mediatica.
Non so se il problema delle mille leggi e burocrazie è il più grave oggi in Italia, ma certo esiste, e peggiora, perché non sembra essere all’ordine del giorno di nessun governo locale o nazionale; anzi, leggi, regolamenti, controlli, e controllori, si moltiplicano, appesantendo e scoraggiando le poche energie oggi vive in Italia.
Sono preoccupato.

Sentinelle aggredite. Il silenzio spaventa i violenti

6 Ott

Le convinzioni profonde di una persona appaiono quando agisce. Allora chi difende veramente la libertà di espressione? Chi insulta e bastona o chi subisce in silenzio?

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-sentinelle-aggredite-il-silenzio-spaventa-i-violenti-10531.htm

Farsi del male in politica

2 Ott

Fra meno di due mesi verrà eletto il nuovo presidente delle regione Emilia-Romagna. Si può tranquillamente prevedere che il nuovo eletto sarà Stefano Bonaccini, scelto come candidato del PD dopo primarie pochissimo partecipate, il che dovrebbe essere un notevole segnale d’allarme per il suo partito, da decenni padrone della regione. A me però interessa l’area di centrodestra, minoritaria in regione, ma comunque potenzialmente espressiva di una forza elettorale non trascurabile. Già, potenzialmente; anche in questa occasione quella che potrebbe essere una forza di opposizione con cui fare i conti si condanna all’insignificanza, presentandosi divisa e litigiosa. Le ultime notizie sono che non si potrà costituire un fronte unico, per veti locali e nazionali: a quel che leggo (dalla Voce di Romagna) Forza Italia non si alleerà con NCD-UDC, perchè la Lega non vuole, e “gli elettori di FI non capirebbero perchè allearsi con chi è al governo insieme al PD” (concetto del coordinatore regionale Palmizio, sempre secondo la Voce); resta da capire come gli elettori giudicano l’oggettivo sostegno al governo assicurato in Parlamento da Forza Italia. Comunque, secondo i mezzi di “informazione”, è lo stesso Berlusconi a escludere alleanze con l’NCD.

E quindi avanti litigando, verso una totale, come dicevo, irrilevanza. Io sono convinto che un buon numero di votanti ex centrodestra, temendo di non riuscire a esprimere un voto significativamente di opposizione al regime emiliano, si rivolgeranno al M5S, così che il probabile ballottaggio PD-M5S sarà tutt’altro che scontato.

Stando così le cose, comunque vada, AIUTO!

Europa e Italia, dove andate?

14 Set

Qualche notizia in questi giorni mi convince sempre di più che l’Europa, e la società occidentale in generale, vanno verso la dissoluzione.

Il Comune di Milano impone il libero accesso di cani, e altri animali, nei luoghi aperti al pubblico, fra cui le Chiese. Sul provvedimento in sé poco da dire: se gestito con buon senso non farà né male né bene, preoccupa la concezione che lo sottende: l’uguaglianza fra “animali umani” e “animali non umani”, e fa pensare la porta aperta all’imposizione di autodefiniti diritti: arriverà una Psicopolizia che verificherà l’applicazione delle aperture più di moda?

Vedi:

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-milano-liberi-cani-in-libere-chiese-10313.htm

E sono state assolte le cosiddette attiviste Femen (in realtà attrici stipendiate vedi http://www.lanuovabq.it/it/articoli-femen-la-realta-messa-a-nudo-7205.htm) per aver fatto irruzione nella Cattedrale parigina di Notre Dame e avevano colpito con bastoni un’antica campana; quindi, hanno violato il diritto di centinaia di persone a manifestare la propria fede, e hanno danneggiato un oggetto artistico. Evidentemente si può fare, purché i bersagli siano cristiani. E le vittime non possono neanche difendersi, visto che i guardiani che hanno allontanato le disturbatrici sono stati condannati per le lesioni causati alle attrici nell’allontanarle. In questi tempi sono i cristiani le vittime, domani a chi toccherà?

Vedi:

http://www.ilfoglio.it/articoli/v/120843/rubriche/oltraggiare-notre-dame-non-reato-femen-assolte.htm

e se non vi fidate della fonte:

http://www.euronews.com/2014/09/10/femen-activists-cleared-after-notre-dame-protest-in-paris/

E il parlamento europeo ha scelto “la drag queen con la barba” per cantare davanti ai parlamentari. Va be’, canta bene? Canta meglio di qualsiasi altro artista in Europa? Il suo successo non dipenderà dalla trasgressione suggerita da barba+tratti femminili? Ma comunque il deputato pd italiano che ha sostenuto l’iniziativa ne trae spunto per spingere il riconoscimento delle unioni omosessuali in Italia. Allora il dubbio che la scelta sia motivata da scopi politici e propagandistici viene spontaneo. E i Popolari sono d’accordo? Per chi voteremo in futuro? Qualcuno uscirà dall’aula?

Vedi:

http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2014/09/11/conchita-wurst-cantera-a-parlamento-ue_b179ed56-e960-4025-8ce8-21af1d97de4e.html

e

http://www.corriere.it/esteri/14_settembre_11/conchita-palco-parlamento-ue-lei-voce-dell-europa-fc0a790a-39c9-11e4-99d9-a50cd0173d5f.shtml

UNA CITTÀ, DAVIDE E IL CARABINIERE – Avvenire

7 Set

Mi è piaciuto molto l’articolo di don Patriciello pubblicato da Avvenire il 7 settembre.

UNA CITTÀ, DAVIDE E IL CARABINIERE – Avvenire.

Pacatamente, ragionevolmente, affronta la realtà di grandi parti d’Italia abbandonate, direi affidate, alla criminalità, dove vige una legge diversa dal resto del paese, e nasce una mentalità a parte, che non può risultare altro che in tragedie come quella di pochi giorni fa. In piccolo, succede anche in città più piccole, dove intere vie sono lasciate a nazionalità diverse, che si creano un proprio ordine, senza contatti con il resto del paese. E la chiamano integrazione.

Senatori

1 Set

Sono convinto che Napolitano sia l’unico argine contro il crollo definitivo dello stato italiano; soltanto grazie a lui abbiamo uno straccio di governo, con tutto il male che se ne può dire. Ma la recente nomina di quattro senatori a vita mi sembra risponda ancora una volta alla sempre valida logica del sinistra=buono. Su Rubbia niente da dire, è una personalità scientifica di valore riconosciuto a livello internazionale, l’architetto Piano anche, con il limite di essere una cosiddetta archistar, cioè un architetto che grazie al nome che ha può permettersi ogni illogica stravaganza. Anche Abbado ha una notorietà internazionale, ma perchè non Muti? Ah, ecco, perchè Muti non è allineato al pensiero unico  radical-chic. Ma la Cattaneo, giovane, poco nota, che meriti ha che ne suggeriscano l’elevazione al Parlamento? Fa ricerca sulle cellule staminali embrionali, via scientificamente poco produttiva, ma che permette di attaccare la concezione cristiana di rispetto della vita in ogni sua espressione, e a suo tempo ha lottato per far morire Eluana Englaro. E adesso dovremo mantenerla per decenni con tutti i privilegi dei parlamentari.

Due articoli interessanti:

http://www.tempi.it/la-nomina-dei-senatori-a-vita-ci-insegna-che-siamo-landa-di-emigrazione-culturale#.UiNW9z93TeI

http://www.tempi.it/blog/senatori-a-vita-napolitano-gramsciano-illustri-meriti-abbado-cattaneo-piano#.UiNX_D93TeI